Il Dpcm non ferma i piani di Hilton: 7 nuovi hotel in Italia

mercoledý 4 novembre 2020   Nessun commento
Inserito in: Alberghi
Il Dpcm non ferma i piani di Hilton: 7 nuovi hotel in Italia

 Già avviati in fase pre-Covid, i progetti del colosso dell’hotellerie hanno subito una battuta d’arresto con l’inizio della pandemia, ma ora sono di nuovo tutti in cantiere. Il gruppo, che conta in Italia 25 alberghi con diversi brand, prevede per il 2021 l’inaugurazione di un Doubletree by Hilton nel quartiere Monti a Roma, un Hilton Eur (La Lama) adiacente al centro congressi La Nuvola di Fuksas, sempre a Roma, e un Hilton Garden Inn a Padova. Altri 4 opening sono previsti negli anni successivi in importanti città italiane.

Investimenti che sono un segno di ottimismo per un settore che è messo in ginocchio dall’attuale emergenza sanitaria e dalle misure restrittive messe in atto non solo in Italia ma anche nei Paesi limitrofi, come Francia, Austria e Germania, e che non fanno venire meno le preoccupazioni del gruppo riguardo al difficile momento che sta vivendo il turismo. Ne parla a Pambianco Hotellerie Alessandro Maurizio Cabella, general manager del Rome Cavalieri, A Waldorf Astoria Hotel: “Al momento attuale abbiamo perso il 60% del fatturato rispetto allo stesso periodo del 2019, e da qui fino a marzo 2021 prevediamo tassi di occupazione degli hotel inferiore al 20 per cento. Purtroppo, oltre alle limitazioni del nuovo Dpcm, già in quello dello scorso 18 ottobre il Governo italiano ha vietato l’attività congressuale in presenza e questo è stato un grave danno per l’hotellerie e per il turismo in generale. Per dare un’idea, l’incidenza di questa attività sul fatturato globale di Hilton in Italia è all’incirca del 40 per cento”. Cabella aggiunge che lo stop ai congressi, oltre al danno a breve termine, crea anche un effetto a lungo termine perché manda un messaggio all’estero di preoccupazione, e gli operatori stranieri che programmavano di organizzare eventi in Italia nel 2021, stanno già cambiando destinazione. “Vorrei fare un appello  – conclude Cabella – e cioè che il Governo comprenda l’importanza primaria del turismo nel nostro Paese, in tutte le sue accezioni, culturali, enogastronomiche, paesaggistiche. Mi sembra che ci sia ancora una sottovalutazione del comparto, ma il turismo per l’Italia è come il petrolio per i Paesi arabi”.

Hilton Worldwide, quotata al New York Stock Exchange, conta 17 brand nel mondo ed è presente attualmente in 106 Paesi con circa 5.300 proprietà. Le strutture del gruppo hanno messo a punto, in questo periodo di emergenza sanitaria, programmi di sicurezza e di sanificazione per ampliare i già elevati standard di pulizia, sia per quanto riguarda il soggiorno e l’accoglienza degli ospiti, sia per quanto riguarda gli spazi congressuali.


http://hotellerie.pambianconews.com/2020/11/04/hilton-non-si-ferma-e-programma-7-nuovi-hotel-in-italia/




Lascia un Commento


Immagine Antispam aggiorna

Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Se usi www.edilblucase.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Salve! Clicca su uno dei nostri assistenti per inviare un messaggio, vi risponderanno il prima possibile.

Chat via WhatsApp